Formazione Finanziaria

LA FORMAZIONE FINANZIARIA E IL PERCORSO DEL CONSULENTE FINANZIARIO PROFESSIONISTA COFIP (CFP)

La formazione finanziaria risulta al giorno d’oggi di fondamentale importanza. Per esserci efficienza in un sistema economico o in un suo segmento, non dovrebbe esistere “asimmetria informativa”. La presenza di gap informativi consente agli attori con maggiori informazioni di avere più vantaggi e potere all’interno del sistema. Risulta quindi fondamentale colmare questo divario per riportare la finanza al servizio di aziende e famiglie. Per ovviare a tale lacuna, COFIP ha individuato la figura del Consulente Finanziario Professionista (CFP). Un esperto che grazie ad uno specifico percorso formativo potrà affiancare in modo ottimale i propri clienti in occasione dell’accesso al credito e dell’investimento dei capitali.

 

LA FORMAZIONE FINANZIARIA COFIP

COFIP promuove la formazione finanziaria e la figura del Consulente Finanziario Professionista attraverso corsi gratuiti e a pagamento. La maggior parte degli eventi sono accreditati dagli Ordini dei Dottori Commercialisti ed Enti Contabili e sono organizzati in tutta Italia. Il percorso formativo prevede diverse lezioni che delineano i fattori che collocano le imprese tra quelle potenzialmente finanziabili dalle banche.

L’Associazione vanta oltre 40 seminari ad ampia partecipazione e quasi 100 corsi specialistici a numero chiuso. La partecipazione ai corsi consente di ottenere l’attestato di qualità dei servizi e le rispettive abilitazioni professionali. Le abilitazioni consentono l’utilizzo degli strumenti necessari alla  Consulenza Finanziaria Professionale

Nell’ultimo anno, COFIP è risultata tra gli enti formatori più attivi nell’ambito della finanza.

 

VUOI DIVENTARE CONSULENTE FINANZIARIO PROFESSIONISTA? È SEMPLICE: SCOPRI IL PERCORSO FORMATIVO COFIP.

Per diventare Consulente Finanziario Professionista COFIP è necessario seguire un seminario introduttivo e un corso di approfondimento. Gli altri eventi sono invece necessari per acquisire le abilitazioni all’utilizzo di piattaforme e servizi utili all’attività di consulenza.

Il percorso per diventare Consulente Finanziario Professionista (CFP) è facile:

  • frequenta un Seminario gratuito tra il P0S, P1S, P2S, P3S, propedeutici al P0C;
  • frequenta il Corso P0C, propedeutico al P1, P2 e P3;
  • diventa Socio Ordinario COFIP.

Frequentando i moduli di approfondimento P1,P2, e P3 e iscrivendoti come socio ordinario COFIP, otterrai le abilitazioni e gli accessi alle piattaforme e ai servizi necessari alla Consulenza Finanziaria Professionale.

Oltre al corso base (Modulo P), COFIP organizza per i propri soci corsi di aggiornamento professionale e corsi altamente specializzati, come i moduli sulla privacy e l’antiriciclaggio e i moduli sul marketing educativo.

Per maggiori informazioni sull’offerta formativa leggi il dettaglio dei corsi sotto riportato o scrivi a segreteria@cofip.pro.

 

TITOLO
Il consulente come fattore chiave nell’ottenere, mantenere e ridurre i costi dei finanziamenti alle imprese.

OBIETTIVI
• Chiarire i criteri attraverso cui gli operatori finanziari effettuano la cosiddetta Lending Selection.
• Descrivere i vincoli economici a cui le banche sono soggette nella concessione dei finanziamenti.
• Identificare le soluzioni strategiche per agevolare i finanziamenti.

DESCRIZIONE
In un mondo sempre più informatizzato, la progressiva digitalizzazione della contabilità e del fisco può offrire numerosi vantaggi professionali. L’evoluzione del modello di business nel settore creditizio offre l’opportunità di generare ricavi, sviluppando competenze specialistiche in un’area ancora poco presidiata. Il seminario ha lo scopo di approfondire queste tematiche attraverso un approccio scientifico, valorizzando le nuove opportunità che la tecnologia offre in campo finanziario.

PROPEDEUTICITÀ
La partecipazione al seminario P0S sblocca l’acceso al Corso P0C e al P1.

DURATA
4 ore

COSTO
Gratuito     

TITOLO
Accreditamento documentale bancario e identità digitale globale. Finanziare le imprese: visione strategica per il professionista. 

OBIETTIVI
• Approfondire e analizzare i criteri attraverso cui gli operatori finanziari effettuano la cosiddetta Lending Selection.
• Definire gli strumenti per evolvere la professione nell’ambito della consulenza finanziaria.
• Fornire le linee guida per creare una solida visione strategica e per indurre la clientela a richiedere consulenze finanziarie.

DESCRIZIONE
Le micro, piccole e medie imprese sono e saranno il futuro del nostro Paese, ma come finanziarle? Tre sono i fattori che gli operatori creditizi considerano per individuare le PMI potenzialmente finanziabili:
• rating aziendale;
• rating finanziario;
• rating bancario.
L’evoluzione del mercato richiede dunque la presenza di professionisti capaci di sostenere le aziende nei loro rapporti finanziari. Il corso mostrerà come il Consulente Finanziario Professionista sarà indispensabile al cliente per ottenere e ridurre i costi dei suoi finanziamenti. COFIP, infatti, dispone di conoscenze e servizi per creare nuove opportunità di business e aumentare il fatturato dei professionisti.

ABILITAZIONE PROFESSIONALE
Accreditamento Documentale Bancario. Tramite il portale MyGDI potrai creare Identità Digitali e caricare le richieste di finanziamento dei clienti in formato digitale. Le richieste saranno visibili su eFinance.pro, una “piattaforma vetrina” per gli operatori finanziari.

PROPEDEUTICITÀ
La partecipazione al corso del Modulo P0C sblocca l’accesso ai moduli successivi P1, P2 e P3.

RESPONSABILE SCIENTIFICO E COORDINATORE
Sig. Ivano Baroffio

DURATA
8 ore        

COSTO
150€ + IVA

TITOLO
Come le banche leggono il bilancio. La centrale bilanci e la sua riclassificazione.

OBIETTIVI
• Introdurre il professionista all’analisi e alla gestione dei dati e delle informazioni della Centrale Bilanci.
• Individuare gli strumenti idonei per attuare l’attività di consulenza, per rendere consapevole il cliente della propria situazione contingente e prospettica.

DESCRIZIONE
Saper leggere la centrale bilanci delle proprie aziende clienti è fondamentale. Il seminario mostra come leggere il bilancio con gli occhi della banca, analizzando gli elementi utilizzati dagli operatori finanziar per la concessione del credito. 

PROPEDEUTICITÀ
La partecipazione al seminario P1S sblocca l’acceso al Corso P1 e al Corso P0C.

DURATA
4 ore

COSTO
Gratuito   

TITOLO
Valutazione del modello di business. Rating aziendale e centrale bilanci.

OBIETTIVI
Il Corso ha l’obiettivo di fornire le linee guida per ottenere, leggere e interpretare i dati della Centrale Bilanci. Consente di individuare gli strumenti per analizzarli, in modo da attuare l’attività di consulenza. Questa è necessaria per rendere consapevole l’impresa della propria situazione contingente e prospettica e proporre le opportune attività di miglioramento.

DESCRIZIONE
Il rating aziendale è il primo elemento su cui gli operatori finanziari si concentrano per collocare le imprese. Perché i modelli di rating possano essere approvati dalla BCE, devono contenere:
• modalità di calcolo rinvenienti dai bilanci delle società
• e/o dei dati contabili aziendali che utilizzino modalità di riclassificazione ed elaborazione condivisi.
Fra i modelli di riclassificazione quello che rappresenta lo standard in Italia ed in linea con le indicazioni dell’European Committee of Central Balance-Sheet Data Offices (ECCBSO) è il modello adottato da Ce.Bi (Centrale Bilanci). Questo standard rappresenta il modello per l’analisi storica e prospettica del profilo economico, patrimoniale e finanziario delle imprese. Alla definizione degli standard partecipano tutte le principali banche nazionali europee: BCE e altre società interessate all’utilizzo dello standard. A livello esemplificativo si tratta di enti o organismi come Cerved Group S.p.A. e IASB – IFRS Foundation.
Durante il corso sarà possibile effettuare una simulazione di riclassificazione di bilancio attraverso lo strumento Be Cube Balance Score. Sarà quindi indispensabile presentarsi con il Personal Computer.

ABILITAZIONE PROFESSIONALE
• Gestione del modello di business tramite il sistema Ce.Bi.
• Utilizzo di Be Cube Balance Score, che permette di ottenere un report dettagliato del bilancio aziendale, secondo i parametri richiesti dagli operatori finanziari.

PROPEDEUTICITÀ
La partecipazione al corso P1 sblocca l’accesso al modulo P2.

RESPONSABILE SCIENTIFICO E COORDINATORE
Dott. Lorenzo Veroli

DURATA
8 ore

COSTO
250€ + IVA

TITOLO
Centrale Rischi: analizzare e gestire le aziende con gli occhi della banca.

OBIETTIVI
• Introdurre il professionista all’analisi e alla gestione dei dati della Centrale Rischi e dei Sistemi di informazione creditizie.
• Individuare gli strumenti idonei all’attività di consulenza.

DESCRIZIONE
Il Rating Finanziario/andamentale, fornito dalla Centrale Rischi e dai Sistemi di Informazioni Creditizie, è determinante per la concessione del credito. Il seminario mostrerà quali sono i limiti di censimento, come visualizzare i dati e le modalità di rappresentazione del rischio. 

PROPEDEUTICITÀ
La partecipazione al seminario P2s sblocca l’acceso al Corso P2 e al corso P0C.

DURATA
4 ore  

COSTO
Gratuito   

TITOLO
Valutazione degli andamentali da parte degli operatori finanziari. Rating finanziario e Centrale Rischi.

OBIETTIVI
Il Corso ha l’obiettivo di fornire le linee guida per ottenere, leggere e interpretare i dati della Centrale Rischi. Consente di individuare gli strumenti per analizzarli, in modo da attuare l’attività di consulenza. Questa è necessaria per rendere consapevole l’impresa della propria situazione contingente e prospettica e proporre le opportune attività di miglioramento.

DESCRIZIONE
Il rating finanziario-andamentale è tra i fattori maggiormente presi in considerazione dagli operatori finanziari in caso di finanziamenti. Il riferimento principale deriva dall’analisi dei dati della Centrale Rischi e dei Sistemi di Informazioni Creditizie (SIC). Si tratta di banche dati che raccolgono e monitorano informazioni e comportamenti relativamente alle richieste e ai rapporti di credito.
Per aspetti andamentali s’intendono dunque i rapporti che il cliente ha avuto ed ha con le banche. La valutazione si baserà così su due fonti d’informazione:
• i dati desumibili dalle Centrale dei Rischi Pubbliche e Private;
• i rapporti precedenti con le banche di cui il soggetto/imprenditore è correntista.
I dati della Centrale dei Rischi contribuiscono a formulare il giudizio sul merito del credito delle imprese. Sulla base di questi dati, la banca può effettuare una serie di valutazioni riguardanti:
• l’andamento dei prestiti delle imprese nel corso del tempo,
• l’eventuale tendenza a “sforare” rispetto al credito concesso ed i tempi di “rientro”,
• il pagamento puntuale o meno delle rate relative ai prestiti.
Si tratta di elementi che concorrono a valutare la rischiosità dell’impresa:
• più la rischiosità è ampia e più gli interessi aumentano incidendo negativamente sul conto economico dell’impresa,
• al contrario più il rischio decresce e più gli oneri per l’impresa dovrebbero decrescere.

ABILITAZIONE PROFESSIONALE
Gestione del rischio tramite lo strumento Be Cube CR Stress Test. Il professionista potrà caricare la Centrale Rischi dei clienti ed ottenere un’analisi dettagliata dell’azienda, testando la loro resilienza.

PROPEDEUTICITÀ
La partecipazione al corso P2 sblocca l’accesso al modulo P3.

RESPONSABILE SCIENTIFICO E COORDINATORE
Dott. Lorenzo Veroli

DURATA
8 ore

COSTO
250€ + IVA

TITOLO
Il nuovo che avanza: alternative al credito bancario per imprese e famiglie.

OBIETTIVI
Delineare lo scenario di sviluppo del mercato del credito ponendo l’attenzione sull’avvento del crowfoundig.

DESCRIZIONE
In un mercato totalmente digitale tutto cambia, comprese le modalità per accedere al credito. Con l’avvento del Crowdfunding è possibile richiedere finanziamenti su piattaforme online per realizzare un progetto personale o imprenditoriale. Ma c’è Crowdfunding e Crowdfunding. Il Seminario descrive tutte le tipologie e lo scenario evolutivo che ci si para davanti.

PROPEDEUTICITÀ
La partecipazione al seminario P3S sblocca l’acceso al Corso P3 e al corso P0C.

DURATA
4 ore

COSTO
Gratuito   

TITOLO
Rating bancario e sistemi di finanziamento innovativi. Alternative al credito bancario per imprese e famiglie.

OBIETTIVI
Il Corso intende far conoscere i principi base dei sistemi IRB. Comprendere e sperimentare il funzionamento dei nuovi sistemi di finanziamento come il Peer To Peer Lending e l’Asta delle Fatture. Il focus sul Crowdfunding ha lo scopo di orientare il professionista su una linea alternativa al credito bancario.

DESCRIZIONE
Il rating bancario analizza la sostenibilità del prestito da erogare nel contesto del singolo operatore finanziario, con lo scopo di ridurre il rischio di fallimento. Si tratta di un obbligo normativo basato su uno standard europeo denominato IRB (Internal Rating Based). Le progressive restrizioni nella concessione del credito hanno portato gli operatori finanziari ad individuare nuovi metodi di finanziamento. Il Social Lending può rappresentare per i liberi professionisti un’opportunità per incrementare il fatturato e attrarre la clientela. La conoscenza di questo mercato potrebbe risolvere i problemi di liquidità delle aziende clienti, rendendole più finanziabili. Durante il corso saranno descritte tutte le tipologie di Crowdfunding, grazie anche a testimonianze dirette dei partner COFIP.

ABILITAZIONE PROFESSIONALE
Orientamento alla Consulenza sul Crowdfunding.

RESPONSABILE SCIENTIFICO E COORDINATORE
Dott. Duilio Borettini

DURATA
8 ore

COSTO
250€ + IVA